Corso per l’abilitazione all’uso in sicurezza delle piattaforme aeree semoventi ed autocarrate (PLE) con o senza stabilizzatori (10h)

Corso per il conseguimento dell’abilitazione all’uso in sicurezza delle piattaforme aeree semoventi ed autocarrate con o senza stabilizzatori. Il corso è rivolto ai lavoratori la cui mansione specifica comporta l’utilizzo di piattaforme, secondo il D.Lgs. 81/08 Art.73 e l’accordo Stato Regioni 22 febbraio 2012.

 

 PROGRAMMA DEL CORSO

Il programma del corso per piattaforme aeree, come previsto dall’Accordo Stato Regioni del 22 febbraio 2012, prevede una durata 8 o 10 ore a seconda della tipologia di attrezzature, secondo il seguente schema:

• 4 ,5 ORE DI TEORIA (1 ora Modulo Normativo + 3 ore Modulo Tecnico + 0,5 ore per verifica di apprendimento);

• 7 ORE MODULO PRATICO ai fini dell’abilitazione all’uso sia di PLE con stabilizzatori che di PLE senza stabilizzatori, il giorno successivo alla parte teorica di cui 4 ore al mattino e 2 ore al pomeriggio + 1 ora per la verifica di apprendimento della parte pratica.

Contenuti del corso teorico (4h):

Modulo normativi 1 ora:
Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con
particolare riferimento ai lavori in quota ed all’uso di attrezzature di lavoro per lavori in quota (D.Lgs. n. 81/2008). Responsabilità dell’operatore.

Modulo tecnico: 3 ore:
•Categorie di PLE: i vari tipi di PLE e descrizione delle caratteristiche generali e specifiche.
•Componenti strutturali: sistemi di stabilizzazione, livellamento, telaio, torretta girevole, struttura a pantografo/braccio elevabile.
Dispositivi di comando e di sicurezza: individuazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, individuazione dei dispositivi di sicurezza e foro funzione.
•Controlli da effettuare prima dell’utilizzo: controlli visivi e funzionali.
•DPI specifici da utilizzare con le PLE: caschi, imbracature, cordino dì trattenuta e relative modalità di utilizzo inclusi i punti di aggancio in piattaforma.
•Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi: analisi e valutazione dei rischi più ricorrenti nell’utilizzo delle PLE (rischi di elettrocuzione, rischi ambientali, di caduta dall’alto, ecc.); spostamento e traslazione, posizionamento e stabilizzazione, azionamenti e manovre, rifornimento e parcheggio in modo sicuro a fine lavoro.
•Procedure operative di salvataggio: modalità di discesa in emergenza.

Modulo pratico ai fini dell’abilitazione all’uso sia di PLE con stabilizzatori che di PLE senza stabilizzatori (6 ore):

•Individuazione dei componenti strutturali: sistemi di stabilizzazione, livellamento, telaio, torretta girevole, struttura a pantografo/braccio elevabile, piattaforma e relativi sistemi di collegamento.
•Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione.
•Controlli pre-utilizzo: controlli visivi e funzionali della PLE, dei dispositivi di comando, di segnalazione e di sicurezza previsti dal costruttore e dal manuale di istruzioni della PLE.
•Controlli prima del trasferimento su strada: verifica delle condizioni di assetto (presa di forza, struttura di sollevamento e stabilizzatori, ecc.).
3.3.5. Pianificazione del percorso: pendenze, accesso, ostacoli sul percorso e in quota, condizioni del terreno.
•Movimentazione e posizionamento della PLE: delimitazione dell’area di lavoro, segnaletica da predisporre su strade pubbliche, spostamento della PLE sul luogo di lavoro, posizionamento stabilizzatori e livellamento.
•Esercitazioni di pratiche operative: effettuazione di esercitazioni a due terzi dell’area di lavoro, osservando le procedure operative di sicurezza. Simulazioni di movimentazioni della piattaforma in quota.
•Manovre di emergenza: effettuazione delle manovre di emergenza per il recupero a terra della piattaforma posizionata in quota.
•Messa a riposo della PLE a fine lavoro: parcheggio in area idonea, precauzioni contro l’utilizzo non autorizzato. Modalità di ricarica delle batterie in sicurezza (per PLE munite di alimentazione a batterie).

 COME FARE AD ISCRIVERSI AL CORSO

Si procede allo scarico della SCHEDA PAGANTE e della SCHEDA PARTECIPANTE.

Terminata la compilazione dei moduli con tutte le informazioni richiamate ed effettuato il bonifico (indicando il codce del corso nella causale del bonifico) inviate i documenti scannerizzati all'indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. La formalizzazione dell’iscrizione avverrà attraverso un’apposita email di conferma, a stretto giro di posta, dopo che sono stati verificati i dati ed i documenti caricati.

ASPETTI ORGANIZZATIVI

Riferimenti normativi e soggetto formatore

Questo corso si svolge in attuazione dell’art.73 del D. Lgs. n. 81/2008 e Accordo Stato Regioni 22/02/2012.

Il soggetto formatore è Ponti Engineering Scarl, con sede legale in Città di Castello (PG), Via C. Marx 13/a.

Responsabile Progetto Formativo

Il Responsabile Progetto Formativo nominato da Ponti Engineering scarl è l’ing. Ivan Stefani.

Docente

I docenti hanno esperienza documentata, almeno triennale, sia nel settore della formazione sia nel settore della prevenzione, sicurezza e salute nei luoghi di lavoro.

Gli istruttori hanno esperienza professionale pratica, documenta, almeno triennale, nelle tecniche di utilizzazione delle attrezzature.

Dispense

Ad ogni partecipante verrà consegnato una dispensa in formato elettronico contenente documenti di utilizzo e di lettura utili a completare la formazione conseguita.

Registro

È stato predisposto un Registro delle presenze per ogni lezione del corso sul quale ogni partecipante apporrà la propria firma all’inizio e alla fine di ogni lezione.

 Attestato

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato individuale ad ogni partecipante, rilasciato da Ponti Engineering scarl.

 Archivio documenti presso la sede Ponti Engineering scarl

Tutti i documenti del corso, programma, registro con firme degli utenti, lezioni, verbali delle esercitazioni, test di verifica nonché la copia dell’Attestato saranno conservati, nei termini previsti dalla legge, dalla sede amministrativa della Ponti Engineering scarl.

Sede del corso

Il corso viene svolto presso un’apposita aula di formazione, in possesso dei requisiti minimi di sicurezza e salute, per il numero di persone partecipanti al corso presente presso il cliente oppure specificatamente presso altra sede in affitto.

L’aula dovrà possedere il video proiettore, lavagna a fogli mobili e sedie per i discenti del corso.

Idoneità dell’area e disponibilità delle attrezzature

 Per le attività pratiche vengono attuate le seguenti condizioni:

a) Un’area opportunamente delimitata con assenza di impianti o strutture che possano interferire con l’attività pratica di addestramento e con caratteristiche geotecniche e morfologiche (consistenza terreno, pendenze, gradini, avvallamento ecc) tali da consentire l’effettuazione di tutte le manovre pratiche.

b) I carichi, gli ostacolo fissi e/o in movimento e gli apprestamenti che dovessero rendersi necessari a consentire l’effettuazione di tutte le manovre pratiche.

c) Le attrezzature e gli accessori confermi alla tipologia per la quale viene rilasciata la categoria di abilitazione ed idonei (possibilità di intervento da parte dell’istruttore) all’attività di addestramento o equipaggiati con dispositivi aggiuntivi per l’effettuazione in sicurezza delle attività pratiche di addestramento e valutazione

d) I dispositivi di protezione individuale necessari per l’effettuazione in sicurezza delle attività pratiche di addestramento e valutazione. Essi dovranno essere presenti nelle taglie/misure idonee per l’effettivo utilizzo da parte dei partecipanti delle attività pratiche.

 

Allegati:
FileDescrizione
Scarica questo file (Mod R04PLE-01 Rev. 1 SCHEDA PAGANTE (10 h) (Studio Stefani).doc)Scheda Pagante 
Scarica questo file (Mod R04PLE-02 Rev. 0 SCHEDA PARTECIPANTE (Studio Stefani).doc)Scheda Partecipante 

CORSO DI FORMAZIONE PER L’ABILITAZIONE ALL’USO DEI CARRELLI ELEVATORI SEMOVENTI  CON CONDUCENTE A BORDO E CON FORCHE FRONTALI

 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE

Il corso per l'abilitazione all'uso del carrello elevatore semovente con contrappeso con forche frontali e conducente a bordo, come previsto dall'art. 73 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e dall'Accordo Stato Regioni del 22-02-2012. Il corso non è quindi valido per l’'abilitazione all'uso dei carrelli telescopici e telescopici rotativi

Carrello elevatore semovente 

carrello elevatore telescopico rotativo 

carrello elevatore telescopico 

 DESTINATARI

Personale che non possiede ancora l'idoneità alla guida dei carrelli elevatori.

 PROGRAMMA DEL CORSO e VERIFICHE

Il corso si svolge con le modalità previste dall'allegato VI dell'Accordo Stato Regioni del 22-02-2012. 

 ASPETTI ORGANIZZATIVI

Riferimenti normativi e soggetto formatore

Questo corso si svolge in attuazione dell’art.73 del D. Lgs. n. 81/2008 e Accordo Stato Regioni 22/02/2012.

Il soggetto formatore è Soggetto Formatore accreditato dalla Regione.

Responsabile Progetto Formativo

Il Responsabile Progetto Formativo nominato dal Soggetto Formatore è l’ing. Ivan Stefani.

Docente

I docenti hanno esperienza documentata, almeno triennale, sia nel settore della formazione sia nel settore della prevenzione, sicurezza e salute nei luoghi di lavoro.

Dispense

Ad ogni partecipante verrà consegnato una dispensa in formato elettronico contenente documenti di utilizzo e di lettura utili a completare la formazione conseguita.

Registro

Sarà predisposto un registro delle presenze  sul quale ogni partecipante dovrà apporre la propria firma all’inizio e alla fine di ogni lezione.

 Attestato

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato individuale ad ogni partecipante, rilasciato dal Soggetto Formatore.

 Archivio documenti presso la sede del Soggetto Formatore

Tutti i documenti del corso, programma, registro con firme degli utenti, lezioni, verbali delle esercitazioni, test di verifica nonché la copia dell’Attestato saranno conservati, nei termini previsti dalla legge, dalla sede amministrativa del Soggetto Formatore

Sede del corso

Il corso può essere svolto presso le sedi individuate da Studio Stefani o presso la sede del cliente, purché sussistono i criteri minimi previsti dalla legge e per la riuscita del corso.

CORSO DI FORMAZIONE PER L’AGGIORNAMENTO DELL’ABILITAZIONE ALL’USO DEI CARRELLI ELEVATORI SEMOVENTI

 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE

Il corso assolve l'obbligo di aggiornamento della formazione degli addetti all'uso dei carrelli elevatori semoventi, in conformità a quanto previsto al punto 6.2 dell'Accordo Stato Regioni del 22-02-2012. Il corso non è quindi valido per l’aggiornamento dell’abilitazione all’uso dei carrelli telescopici e telescopici rotativi

Carrello elevatore semovente 

carrello elevatore telescopico rotativo 

carrello elevatore telescopico 

 DESTINATARI

Il corso è rivolto a quei lavoratori che alla data dell’entrata in vigore dell’Accordo Stato Regioni del 22 febbraio 2012, cioè il 12 marzo 2013, risultavano già formati ed incaricati dell’uso del carrello elevatori.

 PROGRAMMA DEL CORSO e VERIFICHE

Il corso si svolge con le modalità previste dall'Accordo Stato Regioni del 22-02-2012 e dalla Circolare n. 13/2013 del Ministero del Lavoro. 

 ASPETTI ORGANIZZATIVI

Riferimenti normativi e soggetto formatore

Questo corso si svolge in attuazione dell’art.73 del D. Lgs. n. 81/2008 e Accordo Stato Regioni 22/02/2012.

Il soggetto formatore è Soggetto Formatore accreditato dalla Regione.

Responsabile Progetto Formativo

Il Responsabile Progetto Formativo nominato dal Soggetto Formatore è l’ing. Ivan Stefani.

Docente

I docenti hanno esperienza documentata, almeno triennale, sia nel settore della formazione sia nel settore della prevenzione, sicurezza e salute nei luoghi di lavoro.

Dispense

Ad ogni partecipante verrà consegnato una dispensa in formato elettronico contenente documenti di utilizzo e di lettura utili a completare la formazione conseguita.

Registro

Sarà predisposto un registro delle presenze  sul quale ogni partecipante dovrà apporre la propria firma all’inizio e alla fine di ogni lezione.

 Attestato

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato individuale ad ogni partecipante, rilasciato dal Soggetto Formatore.

 Archivio documenti presso la sede del Soggetto Formatore

Tutti i documenti del corso, programma, registro con firme degli utenti, lezioni, verbali delle esercitazioni, test di verifica nonché la copia dell’Attestato saranno conservati, nei termini previsti dalla legge, dalla sede amministrativa del Soggetto Formatore

Sede del corso

Il corso viene svolto presso un’apposita aula di formazione, in possesso dei requisiti minimi di sicurezza e salute, per il numero di persone partecipanti al corso presente presso il cliente oppure specificatamente presso altra sede in affitto.

Per l'esecuzione delle eventuali simulazioni o illustrazioni "in campo", il carrello elevatore dovrà essere messo a disposizione dal cliente e rispondere a tutti gli obblighi di legge e del costruttore ed essere in perfetto stato di efficienza.

L’aula dovrà possedere il video proiettore, lavagna a fogli mobili e sedie per i discenti del corso.

PREMESSA

Come previsto dall'articolo 71, comma 7, del D.Lgs. 81/08 il Datore di Lavoro deve garantire che l'uso di tali attrezzature sia riservato ai soli lavoratori che abbiano ricevuto da tecnici qualificati l'informazione, la formazione e l'addestramento adeguati.


MODALITA' E DURATA DEL CORSO

Il "corso carroponte" ha la durata di 4 ore, comprensive del test finale di apprendimento e della prova pratica all'attrezzatura.

PROGRAMMA DEL CORSO

Cenni sulla sicurezza (D.Lgs. 81/08)
Responsabilità dell'addetto alla manovra del carroponte;
Tipologie di carroponte;
Dati di targa, omologazione e portata;
Struttura del manuale tecnico (direttiva macchine);
Rischi nell’utilizzo del carroponte;
Manovre in sicurezza;
Tipologie di funi, brache e sistemi di bracatura;
Portata e portate ganci, funi, brache, bilancieri;
Tabelle standard delle portate;
Organi di vigilanza: verifiche periodiche INAIL (ex ISPELS);
Manutenzione carroponte: giornaliera e periodica, manutenzione funi e brache;
Differenza fra operatore e manutentore
Segnaletica per ambienti con carroponte
Test didattico di teoria
Test pratico
Finalità del corso carroponte
Fornire agli addetti alla manovra della gru a ponte le conoscenze teoriche e pratiche necessarie per l'uso in sicurezza dell'attrezzatura.

MATERIALE DIDATTICO

Sarà fornita la documentazione necessaria per l'approfondimento degli argomenti affrontati.


METODOLOGIA DIDATTICA

I corsi sono svolti con metodo interattivo, in modo da coinvolgere gli allievi, sollecitarne l'interesse, favorire la discussione sui casi pratici e reali provenienti dalla loro esperienza. Ciò permette di adattare i contenuti del corso alle esigenze degli stessi partecipanti.

DOCENTI

I docenti sono ngegneri esperti di sicurezza.

ATTESTATI DI FREQUENZA
Per ogni partecipante al corso per addetti al carroponte verrà rilasciato un attestato di frequenza da parte di STUDIO STEFANI di Stefani ing. Ivan